Numero verde: 800 482 320

Cimci dei letti

Le cimici dei letti non sono un problema che appartiene al passato

Problemi con le cimici dei letti?

Identikit

La comune cimice dei letti, nome latino Cimex lectularius, è un insetto Emittero senza ali (un gruppo che comprende anche afidi e cicale). Si presenta con una testa piccola e larga, con occhi prominenti ed un corpo ovale piatto (dorso e ventre
appiattiti), ricoperto di peli corti e sottili. Ha tre paia di zampe sottili e ben sviluppate. Le cimici dei letti sono caratterizzate da dimorfismo sessuale; significa
che l’addome della femmina è ovale e simmetrico, mentre quello del maschio è più allungato ed asimmetrico. Sono per lo più insetti notturni e, durante il giorno, rimangono nascosti.

Cimici dei letti Anticimex

Le origini

Ancora non si conosce per certo l’origine esatta delle cimici dei letti, ma esistono diverse teorie. Nel corso della storia, esseri umani e cimici hanno convissuto a lungo. Recenti studi indicano una connessione tra le cimici e i parassiti del pipistrello e di fatto, nell’antichità i nostri antenati convivevano con questi animali nelle caverne. Le prove dell’esistenza delle cimici dei letti sono state rinvenute in resti archeologici dell’antico Egitto, risalenti a più di 3550 anni fa. Questa coesistenza è stata brevemente interrotta tra gli anni 1950 e 2000, principalmente a causa dell’avvento di nuovi composti sintetici come il DDT (dicloro-difenil-tricloroetano), che sono stati ritirati dal mercato dopo poco, a causa del loro impatto negativo sugli ecosistemi.

Di cosa si nutrono

Le cimici dei letti sono insetti ematofagi, cioè si nutrono di sangue. Il loro cibo preferito è il sangue umano, ma, in mancanza di esseri umani disponibili, le cimici si nutrono di quello di altri animali a sangue caldo. Potrebbero nutrirsi in qualsiasi momento della giornata, ma preferiscono dopo il tramonto. Si cibano ogni 5-10 giorni circa e i loro pasti di sangue durano circa 3 minuti per le ninfe e 5-10 minuti per gli adulti. 

 Cimice dei letti che si nutre di sangue

Fattori che favoriscono la diffusione

Il ritorno delle cimici dei letti in case, alberghi, ostelli, ospedali, studentati, teatri e mezzi di trasporto non è dovuto alla scarsa igiene, ma ad altre cause:

  1. in primis l’aumento dei viaggi internazionali, che ha favorito la diffusione del parassita su scala globale;
  2. in secondo luogo, a causa dell’utilizzo di insetticidi meno aggressivi con bassa persistenza nei metodi di controllo. Le cimici dei letti sono diventate sempre più resistenti agli insetticidi, poiché in passato per molti anni sono state trattate con pesticidi della famiglia dei piretroidi, che hanno causato la loro crescente immunità a questi prodotti.

Inoltre, le cimici dei letti sono difficili da individuare a causa delle loro caratteristiche morfologiche: possono infiltrarsi nelle più piccole crepe e fessure e, conseguentemente, passare facilmente da un luogo all’altro. 

Perchè si chiamano così?

Le cimici cercano di stare più vicino possibile alla loro fonte di cibo, ovvero gli esseri umani. Noi trascorriamo circa un terzo del nostro tempo a dormire e per questo motivo le cimici si trovano principalmente nei letti, nei materassi e nelle reti. Tuttavia esistono anche altri luoghi dove si nascondono tra i pasti: testiere del letto, tappeti, divani, armadi, comodini, cornici e anche nella parte superiore della tenda. In generale, si possono trovare dove le persone trascorrono molto tempo come treni, autobus o aerei e possono anche nascondersi sotto le poltrone delle sale di attesa.

Hai bisogno di informazioni? Ti ricontattiamo subito!

è richiesto
è richiesto
è richiesto

Questo sito usa cookies per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accetti di ricevere tutti i cookies del sito.