Numero verde: 800 482 320

Zanzare

Le zanzare possono trasmettere malattie

Le zanzare sono insetti appartenenti alla famiglia dei Ditteri Culicidi e possono diffondere malattie come ad esempio il virus del Nilo occidentale, la febbre dengue, la malaria e il virus Zika. Le specie più pericolose, in quanto vettori di malattie infettive, sono quelle del genere Anopheles, Culex e Aedes.

Problemi con le zanzare?

Zanzara

In tutto il mondo esistono oltre 3.200 specie di zanzara, mentre in Italia ne vivono stabilmente circa una sessantina. In estate le nostre città vengono prese d’assalto dalle zanzare del gruppo Culex pipiens (zanzara comune) e di alcune specie di Aedes, fra cui Aedes albopictus, più comunemente chiamata zanzara tigre, per gli anelli chiari della sua livrea.

Descrizione

Entrambe le specie presentano una morfologia abbastanza simile e i maschi hanno antenne più folte delle femmine. Le dimensioni variano da 5-7mm nel caso delle zanzare comuni a 2-10 mm per le zanzare tigre. Le prime sono attive di notte, mentre le seconde soprattutto di giorno. Si nutrono di sangue caldo, quello dell’uomo è il prediletto, ma si nutrono anche del sangue di anfibi, rettili e uccelli. Oltre ad essere fastidiose possono rappresentare una minaccia per l’uomo, perché vettori di malattie infettive ed altre forme virali, nocive per la salute di uomini e animali.

Il ciclo vitale

I loro ciclo vitale comprende 4 stadi: uovo, larva, pupa e adulto. Le larve, crescono e si sviluppano in acqua, mentre l’adulto, conduce vita aerea. Generalmente il maschio e la femmina si accoppiano in volo, poi la femmina cerca un ospite su cui poter fare il pasto di sangue, mentre il maschio cerca altre femmine con cui copulare e si nutre esclusivamente di sostanze zuccherine vegetali.

Il pasto di sangue

Ogni specie ha le sue preferenze di ospiti su cui nutrirsi, chi ama i mammiferi, chi gli uccelli, in alcuni casi gli anfibi. Ma se l’ospite preferito non è disponibile spesso la femmina si “accontenta” di pungere ospiti di seconda scelta. Una volta riuscita a rimpinzarsi di sangue (assume sangue pari a circa il suo peso, 2-3 milligrammi), cerca un luogo buio, riparato e umido dove digerirlo e maturare le uova.

Le uova

Ogni specie ha le sue esigenze di ambienti idonei per lo sviluppo delle larve, ma tutte le zanzare hanno bisogno di acqua stagnante.

 

Habitat

Le zanzare prediligono ambienti caldi e umidi nei quali, in piccole quantità di acqua stagnante, depongono le uova. I focolai possono nascere anche da piccoli ristagni d'acqua, come ad esempio: nei sottovasi delle piante,  nei secchi o in piccoli recipienti, in bottiglie o barattoli, su teli di nylon o pneumatici in disuso, nei quali possono raccogliere dell’acqua al loro interno.

Perchè e quali malattie trasmettono le zanzare?

Per compiere il pasto di sangue, la femmina inietta la saliva che serve a mantenere fluido il sangue, per favorirne il passaggio nello stiletto boccale, ed è proprio attraverso questa che avviene la trasmissione di virus e parassiti.

La saliva consiste in una miscela di sostanze, alcune delle quali provocano in determinati soggetti rossori, pruriti e gonfiori locali, mentre per quelli più sensibili reazioni allergiche.

L'Italia è stata per millenni minacciata dalla malaria, che ha provocato migliaia di morti. Oggi il rischio di diffusione è molto basso, non perchè non vi siano più o abbastanza zanzare, bensì perchè mancano i serbatoi del plasmodio, ovvero le persone infette.

Tra i virus trasmessi dalle zanzare, ricordiamo i responsabili di malattie quali Dengue, febbre del Nilo e Chikungunya. Quest'ultima nel 2007 aveva provocato un'epidemia a Ravenna diffusa dalla zanzara tigre costringendo a letto oltre 250 persone.

5 consigli per evitare le zanzare

  1. evitare l'accumulo di acqua in contenitori esterni (vasi da fiori, bottiglie e altri contenitori che possono contenere l'acqua) per impedire che diventino terreno fertile per le zanzare
  2. coprire i serbatoi di stoccaggio dell’acqua per uso domestico in modo che le zanzare non possano entrarci
  3. non lasciare accumulare i rifiuti e buttarli via in sacchetti di plastica chiusi conservati in bidoni della spazzatura coperti
  4. sbloccare scarichi che possono causare ristagni d'acqua
  5. utilizzare zanzariere e schermi su porte e finestre per ridurre il contatto tra le zanzare e le persone.

 

Hai bisogno di informazioni? Ti ricontattiamo subito!

è richiesto
è richiesto
è richiesto

Questo sito usa cookies per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accetti di ricevere tutti i cookies del sito.