Numero verde: 800 482 320

La zanzara tigre è presente lungo tutta la costa mediterranea

La zanzara tigre è un piccolo insetto appartenente alla famiglia Culicidae di origine asiatica, giunta in Italia intorno agli anni 90.

Problemi con le zanzare tigre?

Descrizione e habitat

Si distingue dalla zanzara comune per la livrea tigrata a macchie bianche, nonchè per le sue dimensioni, infatti è leggermente più grande: 2-10 mm.  Si nutre principalmente di sangue umano, ma quando non è disponibile anche di quello di anfibi ed altri animali.

La femmina, dopo il pasto di sangue, circa 2-3 milligrammi, ovvero quanto il suo peso, cerca un luogo buio, riparato e umido dove digerirlo e maturare le uova. Questa operazione richiede circa 3-5 giorni, dopodiché deve trovare un posto adatto per la deposizione delle uovanere di forma allungata, che di solito vengono incollate singolarmente alle pareti del contenitore d’acqua.

Una femmina può deporre 250 uova

Si stima che una tigre zanzara femmina possa depositare fino ad 80 uova, per 3 volte nella sua vita, solitamente in cavità di alberi o qualsiasi altro contenitore che si trovi vicino al suolo e che contenga acqua. Quando le temperature sono favorevoli, le uova si possono schiudere entro 2 giorni.

Le uova sono particolarmente resistenti e sono in grado di sopportare temperature molto aride o, nel caso dell'inverno, molto rigide, e possono sopravvivere per diversi mesi attraversando un periodo di stasi o diapausa, durante il quale e uova continuano a svilupparsi fino alla schiusa.

Attività diurna

Altra sostanziale differenza rispetto alla zanzara comune è il periodo di attività: la zanzara tigre, infatti, è particolarmente attiva durante il giorno. Si nutrono di sangue dal sorgere al tramonto del sole, in particolare nelle fasce orarie dalle 6:00 alle 10:00 del mattino e successivamente dalle 14:00 alle 22:00 .

Malattie trasmesse dalla zanzara tigre

Per compiere il pasto di sangue, la femmina inietta la saliva che serve a mantenere fluido il sangue, per favorirne il passaggio nello stiletto boccale, ed è proprio attraverso questa che avviene la trasmissione di virus e parassiti.

La saliva consiste in una miscela di sostanze, alcune delle quali provocano in determinati soggetti rossori, pruriti e gonfiori locali, mentre per quelli più sensibili reazioni allergiche.

La zanzara tigre è noto vettore per la trasmissione di agenti patogeni nocivi per la slaute dell'uomo, alcuni fra i più noti sono:

  • il virus della febbre del Nilo,
  • la febbre dengue e chikungunya,
  • il virus della febbre gialla.

Un pericolo anche per gli amici a quattro zampe

La zanzara tigre, in particolare, è pericolosa anche per gli animali domestici. Secondo recenti studi, la zanzara tigre è la maggiore responsabile della diffusione di malattie, come la filaria, che nuociono alla salute di cani e gatti.

Questo insetto, infatti, è responsabile per la trasmissione dei vermi parassiti che causano la filaria, che si può manifestare in forma cardiopolmonare oppure cutanea.

5 differenze fra zanzara tigre e zanzara comune

Differenze zanzara tigre e comune

Hai bisogno di informazioni? Ti ricontattiamo subito!

è richiesto
è richiesto
è richiesto

Questo sito usa cookies per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accetti di ricevere tutti i cookies del sito.