Numero verde: 800 482 320

Storia di Anticimex Italia

Un viaggio nel tempo con Anticimex Italia

Anni ‘30

La storia di Anticimex in Italia affonda le proprie radici negli anni ’30, con la nascita della LIBCO.

LIBCO fu fondata nel 1934, a seguito dell’iniziativa imprenditoriale di un giovane danese, chiamato Herbert Falkow. Questi incaricò un batteriologo austriaco di trovare e produrre il bacillo Ratin, per organizzare il servizio di derattizzazione in Italia. In Aprile, sviluppate le tecnologie per la produzione di tale bacillo, venne fondata la società.

L’anno successivo LIBCO fu acquistata dalle aziende danesi Valentin Aage Moller e RATIN, entrambe di Copenaghen. La direzione fu affidata al signor Hansen.

Le aziende in Italia di quel periodo dovettero far fronte a forti difficoltà di natura economica, a causa delle conseguenze delle operazioni in Africa Orientale e della prima guerra mondiale.

Le compagnie di Copenaghen inizialmente dovettero colmare tali lacune con ingenti somme di denaro, poi decisero di inviare Gunnar Lüneburg per gestire meglio la situazione, mettendo ordine alla contabilità e migliorando i rapporti con la casa madre.

Anni ‘40

Al termine della prima guerra mondiale Hansen lasciò il suo incarico e Lüneburg venne nominato amministratore delegato. A seguito della forte inflazione del 1947 Lüneburg si vide costretto a chiedere nuovi finanziamenti ai proprietari danesi, che gli furono negati. Per far fronte all’emergenza chiese ai suoi collaboratori italiani di acquistare la società.

Dal 1 Gennaio del 1948 divennero proprietari ed amministratori della LIBCO i signori Gunnar Lüneburg, Italo Pelan e Marcello Pelan.

A partire da questo momento, a seguito di un periodo di assestamento e riorganizzazione della compagine societaria, ebbe inizio l’ascesa verso il successo: un intenso periodo di attività, scaturito dal desiderio della popolazione italiana di rimettersi in piedi.

Anni ‘50

Una volta consolidata la propria posizione nel nord Italia l’attività dell’azienda cominciò ad espandersi gradualmente lungo tutta la penisola.

Negli anni ’50 fu necessario riorganizzare le zone di competenza in modo più razionale. Si contavano più di 50 stazioni di servizio. In questo periodo venne messa a punto la formula per un disinfestante: il Nebul, che potenziò il raggio di azione della società.

Dagli anni ’60 agli anni ‘90

Nel 1961 fu costituita la società INCOS, che offriva ai clienti un servizio di disinfestazione, potenziando, sul piano commerciale, l’offerta del prodotto Nebul.

Le società acquisirono la posizione di leader nel mercato italiano.

Nel 1996 vi furono due avvenimenti importanti: la fusione della società INCOS con la LIBCO e l’introduzione del sistema HACCP (ex d.l cx155), che rivoluzionò il sistema d’igiene.

Anni 2000

Nel 2001 iniziò la produzione di principi attivi in laboratorio e di trappole collanti.

Nel 2004 invece dalla fusione delle aziende Libco, Arribox e Enthomos, operanti da oltre 50 anni nel settore del Pest Control, nacque ISS Hygiene Services.

La crescita proseguì e nel 2007 vi fu la fusione tra ISS Facility Services (azienda che offre servizi di pulizie) e ISS Hygiene Services (operante nel settore del pest control).

Nel 2013 Anticimex ha acquisito le attività di Pest Control di ISS Facility Services in Italia, Australia, Belgio, Danimarca, Paesi Bassi, Norvegia, Nuova Zelanda, Portogallo, Spagna, Svizzera, Germania e Austria; facendo ufficialmente in suo ingresso in Italia.

Tale acquisizione ha permesso ad Anticimex di aumentare il fatturato del 50-60%, ed il numero di Paesi in cui opera è passato da 6 a 14.

Nel 2016, a seguito di acquisizioni in Singapore e Malesia, il numero dei Paesi in cui Anticimex è presente diventa 16.  Successivamente ad Agosto, attraverso l'acquisizione di Bug Doctor, nel New Jersey, Anticimex entra sul mercato Nord Americano, affermando la propria presenza in 17 Paesi.

Pubblicato: 22/03/2016 05:38

Questo sito usa cookies per fornirti una migliore esperienza di navigazione. Proseguendo la navigazione, accetti di ricevere tutti i cookies del sito.